Posts in S&B Voice

Provvedimenti statali

Marzo 31st, 2020 Posted by S&B Voice No Comment yet

Cari collaboratori,
Innanzitutto spero stiate passando questi giorni in sicurezza e serenità per quanto possibile.

Come sapete il nostro gruppo da subito ha messo in campo tutte le azioni atte a salvaguardare la liquidità aziendale e al tempo stesso garantire la continuità lavorativa nel rispetto della salute delle persone. Noi dirigenti siamo stati da subito pronti a dimezzare i nostri emolumenti già dal mese di febbraio. Allo stesso modo abbiamo chiesto anche a molti di Voi forti sacrifici e vi ringrazio per aver compreso da subito l’importanza di alcuni provvedimenti difficili, ma fondamentali per garantire la sopravvivenza dell’azienda e di conseguenza dei nostri posti di lavoro.

Abbiamo ridotto orari di lavoro, chiuso i nostri uffici ed avviato lo smart working, abbiamo sospeso i finanziamenti e i leasing contratti con le banche, avviato la cassa integrazione per coloro che ne avevano diritto e il nostro impegno non si fermerà qui perché il momento non vi nascondo che è difficile. Il fatturato si è praticamente azzerato, gli alberghi sono chiusi e i viaggi vengono cancellati, ma lasciatemi dire che la gestione oculata e attenta delle finanze aziendali di questi anni ci ha inizialmente permesso di far fronte alle prime difficoltà, ma non basta perché la situazione purtroppo non sembra volgerà alla piena normalità nel breve periodo.

In questi giorni sto seguendo personalmente l’evoluzione dei vari provvedimenti governativi che, purtroppo, sono poco chiari anche agli stessi enti che dovranno attuare quanto disposto nel decreto “Cura Italia”.

Insieme ad Assolombarda e ai nostri consulenti non abbiamo smesso di adoperarci affinché tutti Voi possiate essere informati al meglio onde poter usufruire di eventuali sussidi per fronteggiare questa emergenza.

Ci sentiamo tutti dalla stessa parte e cercheremo nei limiti del possibile di starvi vicini. Parlo soprattutto di quei collaboratori con contratto intermittente che si trovano in situazioni di incertezza.

Inizialmente lo stesso presidente Inps Tridico aveva annunciato nella trasmissione “DiMartedì” che per tutti coloro che facevano parte del comparto turistico e non potevano accedere alla cassa integrazione, compresi i contratti intermittenti, avrebbero potuto accedere al bonus di 600€ previsti per il Fondo di ultima istanza costituito con il Dl Cura Italia all’art. 44, comma 2.

Tale fondo è stato attivato da un decreto interministeriale firmato ieri dal Ministero del Lavoro insieme a quello dell’Economia e ahimè, diversamente da quanto dichiarato da Tridico, al momento i lavoratori del turismo e dello spettacolo intermittenti sembrerebbero esclusi.

Allo stesso modo, nonostante i contratti a chiamata sono a tutti gli effetti dei contratti subordinati e versano un contributo all’Inps per il FIS (fondo integrazione salariale), sono stati esclusi dalla Cigo (Cassa Integrazione Ordinaria) in quanto all’art. 22 del Dl Cura Italia è stato previsto che per accedervi “non devono avere un trattamento pensionistico né un rapporto di lavoro dipendente alla data del 17 marzo.” Non capiamo perché questa dimenticanza visto che la maggior parte dei lavoratori del Turismo e dello spettacolo sono intermittenti.

Molti di voi penseranno che allora la soluzione sarebbe quella di licenziarvi per poter accedere a tale sussidio o addirittura alla Naspi, ma lo stesso Decreto Legge ha sospeso la possibilità di licenziamento.

Tutto quanto sopra premesso, vi invito a non perdervi d’animo. Infatti alcune Regioni, di concerto con imprese e sindacati, stanno stipulando accordi per estendere la Cigo anche alle figure “illegittimamente” escluse dal Dl Cura Italia. Tra queste si è mossa anche la Regione Lazio pochi giorni fa. Siamo in attesa di chiarimenti e non appena ci verranno forniti vi informeremo prontamente.

Vi saluto inviando a tutti voi e alle vostre famiglie un abbraccio “virtuale”. Non molliamo!

A presto

6 cose da fare assolutamente per prepararsi al post coronavirus

Marzo 18th, 2020 Posted by S&B Voice No Comment yet

Non sappiamo quando, ma l’emergenza finirà.  Lasciando quale scenario economico?

La Cina e Singapore, che stanno lentamente uscendo dalla crisi coronavirus, evidenziano che:

  • Sebbene i tempi di ripresa economica si stimano tra i 6 ed i 12 mesi, è prioritario che tutto il comparto turistico si metta al lavoro non solo per ripartire con le proprie aziende, bensì si crei un sistema di comunicazione congiunta e condivisa per dire al mondo che il proprio Paese sta operando per garantire la sicurezza dei visitatori.

Vogliamo condividere con te alcuni suggerimenti utili, raccolti tra vari operatori:

  • L’effetto coronavirus sarà un’occasione importante per fare branding comunicando il nostro impegno a garantire ambienti salubri e sicuri;
  • Diventerà essenziale lavorare molto sui socials, per comunicare che si è pronti a ripartire;
  • Mantieni fin da ora i contatti con i clienti fidelizzati: non solo via internet, ma anche con una telefonata. State loro vicino e rassicurateli. E questo può solo fare piacere ed è un ottimo veicolo di marketing;

MA non siate indelicati: nessun messaggio pubblicitario per ora!

  • Non si potrà più fare a meno di collaborare tra operatori economici e pubbliche amministrazioni. La ripresa passerà solo attraverso lo sforzo comune e condiviso tra territori, hotels e tour operators per rinnovare l’offerta turistica.
  • L’organizzazione di eventi e la partecipazione a fiere internazionali sarà indispensabile.
  • Concentrati sul mercato domestico!

Sii consapevole: questa pandemia non sarà un evento eccezionale. Anzi, è sicuro che nel futuro si presenteranno altre situazioni analoghe a queste.

Il punto di partenza resta sempre l’igienizzazione e la sanitizzazione dei locali.

Il Decreto Cura Italia del 17 marzo 2020, art.64  recita:

  1. Allo scopo di incentivare la sanificazione degli ambienti di lavoro, quale misura di contenimento del contagio del virus COVID-19, ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione è riconosciuto, per il periodo d’imposta 2020, un credito d’imposta, nella misura del 50 per cento delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro sostenute e documentate fino ad un massimo di 20.000 euro per ciascun beneficiario, nel limite complessivo massimo di 50 milioni di euro per l’anno 2020.

Pensiamoci! Ai tempi del coronavirus, la qualità percepita del tuo albergo dipenderà in larga misura da come tu agirai e da come/cosa comunicherai!

#iorestoacasa  ma   #mipreparo

 

Contenuto realizzato da

Piedi a terra e guardiamo avanti: come potrebbe cambiare il turista dopo il coronavirus

Marzo 12th, 2020 Posted by S&B Voice No Comment yet

Siamo fermi. Completamente fermi, come questa sfera di vetro che rappresenta il mondo in questi giorni.

Tuttavia, abbiamo la forza ed il bisogno di pensare al turista dopo il coronavirus: che segno lascerà questa epidemia nella sua percezione di vacanza e svago:

  • Cercherà vacanze solitarie?
  • Vorrà più servizio in camera e personalizzato?
  • Cambierà ancora la percezione del concetto di lusso?
  • Oppure sentirà il bisogno di tornare a socializzare?
  • Chiederà all’hotel nuove garanzie di salubrità?
  • Non cambierà nulla rispetto al passato?

Noi di Sonders Hotels tentiamo la risposta: la qualità dell’hotel sarà ancor più decisamente sancita dalla sanificazione ed igienizzazione dei locali privati e comuni.

Le aziende ricettive e ristorative stanno vivendo un test decisivo con il coronavirus:

  • Dal punto di vista economico, per il crollo di presenze e per i costi ineludibili del personale
  • Dal punto di vista della sicurezza ed igiene, per i quali è necessario agire in maniera incisiva e garantire all’ospite la migliore tutela possibile.

Sonders Hotels offre soluzioni concrete, come trattamenti di sanificazione a base di ozono e protocolli di igienizzazione allergy-free, con nostro personale formato ed efficiente, in grado di garantire il miglior risultato possibile.  Il tutto ad ottime condizioni economiche. Per aiutarci reciprocamente.

Sonders Hotels è pronta ad aiutarvi!

Contattateci e non appena possibile, Vi verremo a trovare per un sopralluogo gratuito per proporre soluzioni calzanti alle Vostre esigenze.

Scriveteci a [email protected]  e Vi risponderemo entro 24 ore!

#iostoacasa ma #mimiglioro